A fine del 2015, durante il periodo invernale, abbiamo pensato di introdurre in ufficio delle console, con alcuni videogame classici, per rendere più coinvolgenti e rilassanti le pause caffè e pranzo.
A distanza di quasi un anno possiamo dire che l’introduzione della Nintendo Wii e della Playstation2, con giochi celebri come Mario Kart, Gran Turismo e PES, hanno contribuito a rallegrare il clima aziendale sia per chi gioca che per chi assiste alle sfide tra i colleghi.
In più, l’introduzione delle console ha contribuito ad un aumento della socializzazione facendo emergere svariati ricordi del passato che hanno reso più belle le chiaccherate… come ad esempio rivedere, grazie alle memory card , una formazione di calcio del 2004 🙂

In questi anni si sono susseguiti diversi studi atti a capire i benefici o gli aspetti negativi dei videogame per confutare o negare le affermazioni di molti genitori quali: “i videogiochi fanno male” oppure “a forza di giocare ai videogiochi diventerai scemo” !

E’ semplice trovare sul web varie pubblicazioni sull’argomento, tra le tante ha attirato la nostra attenzione quella di un gruppo di ricercatori del Max Planck Institute di Berlino che, nel 2013, ha pubblicato uno studio che dimostra i benefici dei videogiochi sul cervello umano affermando che, dagli esperimenti condotti, si evidenzia un “incremento di materia grigia” in ben tre aree del cervello: l’area dell’ippocampo destra, la corteccia prefrontale dorsolaterale destra e il cervelletto bilaterale. Queste aree del cervello sono responsabili di funzioni quali: navigazione spaziale, pianificazione strategica, memoria di lavoro e performance motorie.

Abbiamo scelto questa pubblicazione perchè l’esperimento è stato condotto facendo giocare i soggetti coinvolti a Super Mario 64, il personaggio principale di Super Mario Kart, uno dei giochi più apprezzati in zero12! 🙂

Oltre ai risvolti benefici dei videogame dimostrati scientificamente, in zero12 abbiamo notato che l’introduzione di uno spazio dedicato a questi momenti di relax aiuta ad aumentare lo spirito di gruppo, a favorire la concentrazione ed aiuta le persone a staccare temporaneamente ( il tempo di un paio di “sfide” con i colleghi ) dai problemi di lavoro favorendo quindi un approccio più rilassato al raggiungimento degli obiettivi.

videogame zero12 officeI particolare, dalla nostra esperienza, consigliamo l’introduzione di un angolo videogame per 5 motivi:

    • Aumento dello spirito di gruppo
      Condividere dei momenti di divertimento tra i vari componenti dell’azienda aiuta a conoscere il carattere di ogni persona e quindi a facilitare le relazioni lavorative perchè si è in grado di percepire atteggiamenti, toni di voce e stati d’animo. I videogiochi non creano solo momenti di relax ma anche di stress e tensione per il raggiungimento dell’obiettivo finale, cioè primeggiare nella competizione.

 

    • Ambiente lavorativo rilassato
      I videogame, anche quelli più semplici, richiedono impegno soprattutto quando il livello degli altri giocatori è molto alto. Per questo motivo durante la fase di gioco le persone accantonano le problematiche del loro lavoro per concentrarsi sul gioco. Questo permette alle persone di tornare operative sul lavoro più tranquille rendendo quindi più semplice la risoluzione dei problemi che quotidianamente nascono nelle attività di sviluppo software.

 

    • Lavorare per obiettivi
      I giochi sportivi hanno come obiettivo la vittoria quindi ogni giocatore cercherà di migliorarsi superando i propri avversari. I videogiochi in questo contesto aiutano il team a lavorare sul concetto di obiettivo ed a raggiungerlo nel modo migliore possibile.

 

    • Aumento della concentrazione
      Per raggiungere l’obiettivo, soprattutto quando si gioca contro altre persone, è fondamentale riuscire a mantenere la concentrazione per tutta la durata di una competizione. Questo insegnamento può venire poi applicato anche nelle attività lavorative.

 

  • Aumento della responsabilità
    L’introduzione dei videogiochi in ufficio è un ottimo allenamento anche per responsabilizzare le persone. Infatti, in zero12 non ci sono limiti nell’uso dell’area gaming ma il bello è che le persone ( e non è facile soprattutto quando si perde una gara molto combattuta ) riescono sempre a scegliere in maniera autonoma quando è il momento di giocare, smettere o saltare il turno per non rallentare o ostacolare il lavoro di colleghi, di clienti o il raggiungimento dei propri obiettivi personali.

Ovviamente i videogiochi non sono l’unico strumento di socializzazione e relax che un’azienda può usare, ci sono svariati strumenti come ad esempio il calcio balilla 🙂

Voi cosa ne pensate? Quali sono state le vostre esperienze in questo ambito?

Buon lavoro e divertimento a tutti

Leave a Comment