Giovedì 27 Novembre abbiamo partecipato ad AWS Interact, evento interamente dedicato all’offerta AWS e rivolto ad ingegneri, sviluppatori, amministratori di sistema e solutions architect desiderosi di accelerare il loro percorso nel cloud di Amazon Web Services.

In qualità di partner ufficiale e sponsor certificato AWS, siamo stati tra i Partner Expo dell’evento tenutosi presso la struttura “Pelota Jaialai”, ex campo da gioco in via Palermo 10 a Milano, divenuto spazio multifunzionale a seguito di un restauro conservativo.

É stata per noi l’occasione di incontrare nuove persone del settore, attingere a preziose informazioni sul tema AWS e proporre il nostro percorso di mentoring che, attraverso sei moduli componibili sulla base delle specifiche esigenze del cliente, persegue lo scopo di accompagnare le aziende alla definizione degli obiettivi e delle competenze necessarie per la realizzazione di un progetto, beneficiando delle performance AWS.

Tra le 9:00 e le 18:00 sono stati numerosi i contributi sul palco dell’AWS Interact, anche se l’attesa maggiore è stata probabilmente manifestata nei confronti degli ultimi aggiornamenti ai prodotti e servizi AWS, già annunciati in anteprima alla conferenza AWS re:Invent 2014 svoltasi dall’undici al quattordici novembre a Las Vegas.
Durante la mattinata e nelle prime ore del pomeriggio l’attenzione è stata rivolta verso una selezione di clienti AWS che hanno condiviso alcune preziose informazioni su come il Cloud ha contribuito al loro successo. Tra questi aziende storiche ma anche startup, segnale di esperienza da parte di AWS ma anche di attualità ed innovatività nell’offerta.

Le sessioni successive, invece, hanno trattato i seguenti temi:

  • Infrastrutture as Code

Durante questa sessione sono stati riportati esempi concreti di clienti AWS che hanno unito la configurazione dell’infrastruttura con il codice applicativo per creare un’infrastruttura per applicazioni specifiche e un ciclo di sviluppo unificato.

  • Container Management on AWS

A breve distanza dall’AWS Re:Invent è stata poi prensentata una delle novità AWS ovvero Amazon EC2 Container Service: un nuovo servizio che aiuta gli sviluppatori a gestire i container su un cluster di istanze Amazon EC2 tramite API di facile utilizzo.

  • Security Operations on AWS

Successivamente si è parlato di come creare policy di accesso, gestire credenziali per la sicurezza e di un altra novità AWS: AWS Config, un servizio che fornisce un inventario delle risorse AWS, lo storico della relativa configurazione e le notifiche di modifica di quest’ultima per permetterne la sicurezza e il controllo.

  • Enhancing Mobile Applications

Infine sono stati dispensati consigli sulla costruzione di applicazioni mobili e sui servizi che in quest’ambito possono essere sfruttati, tra cui Amazon AWS mobile Analytics e Amazon Cognito. Amazon mobile Analytics consente, sulla base di qualche riga di codice, di aiutare a comprendere il comportamento degli utenti, coinvolgerli, e massimizzarne il valore. Amazon Cognito, invece, è un servizio che semplifica il salvataggio dei dati degli utenti senza scrivere codice backend e senza dover gestire una qualsiasi infrastruttura.

All’interno di un’apposita area dedicata, durante tutta la giornata, si è potuto partecipare agli “AWS Hand-on Labs”: training gratuiti volti a favorire il miglioramento delle abilità pratiche dei partecipanti.
L’evento si è concluso con una “non conferenza” gestita da AWS e dall’AWS User Group Italia: startup, enterprise, sviluppatori e solution architect che si sono uniti in un gruppo per interagire e condividere best-practice, esperienze e idee legate al mondo AWS.
Stefano Dindo (CEO zero12), tra gli organizzatori di AWS User Group Italia, ha partecipato all’Unconference offrendo il proprio contributo nella risoluzione di dubbi e curiosità che, scritti in tanti post-it colorati, hanno progressivamente riempito un apposito muro durante tutta la durata dell’evento.

Leave a Comment