Sono trascorsi pochi giorni dalla chiusura della seconda edizione del Re:Invent, il più importante evento dell’anno legato alle tecnologie Cloud Amazon Web Services (AWS).

Si tratta di un evento molto atteso, sia da parte degli addetti ai lavori, per scoprire le novità proposte da uno dei più importanti player del marcato Cloud, sia da parte di noi partners, per scoprire i dettagli delle novità anticipate nei giorni precedenti.

Le novità nei tre giorni di Re:Invent sono state molte, qui vi presentiamo le più importanti:

 

Amazon WorkSpaces

AWS presenta WorkSpaces, il servizio di Virtual Desktop Infrastructure (VDI) che entra in competizione con leader di questo settore come Citrix, XenDesktop, VMWare ecc; che spesso propongono soluzioni simili, ma a costi proibitivi (considerando anche i costi per dotare la struttura aziendale di soluzioni hardware adeguate).
AWS invece propone Workspece con il classico modello On-Demand ad un prezzo molto interessante come:

prezzi2

Il modello permette di ridurre i costi aziendali in ambito VDI come è possibile leggere da questa analisi dei costi fatta da Amazon : http://aws.typepad.com/aws/2013/11/tco-comparison-amazon-workspaces-and-traditional-virtual-desktop-infrastructure-vdi.html .

Workspaces è un servizio di Cloud Desktop full managed che permette agli utenti di accedere ai propri documenti, software e risorse tramite qualsiasi dispositivo PC, Mac, iPad, Kindle ecc.

Workspaces è da pochi giorni disponibile anche nella region Europea oltre che a quelle Americane.

 

Amazon AppStream

Amazon AppStream è un servizio a bassa latenza per lo streaming di applicazioni intensive come giochi e applicazioni.

Con AppStream gli sviluppatori potranno concentrarsi sulle proprie attività di sviluppo, in quanto deploy, render e distribuzione del progetto saranno a carico di Amazon, che gestirà le risorse hardware automaticamente in base al carico di utenti del vostro progetto.

Molto interessante è l’SDK di AppStream, che supporta lo streaming applicativo da Windows Server 2008 R2 a dispositivi con sistema operativo FireOS, Android, iOS e Microsoft Windows. Per gli amanti del Mac bisognerà attendere il 2014 per disporre dell’SDK.

Anche AppStream ha un modello di costo a consumo, come tutti i servizi AWS, ed è gratuito fino a 20 ore di streaming al mese mentre per le successive ore avrà un costo di 0,83$ ora.

 

Amazon Kinesis

Le parole chiave per il prossimo futuro in ambito aziendale sono Real-Time e Big-Data; ed ovviamente Amazon non poteva non essere presente in questi ambiti!
Con Amazon Kinesis viene presentato un servizio full managed per l’elaborazione in tempo reale di grandi moli di dati attraverso l’analisi di centinaia di terabyte di dati ogni ora provenienti da fonti eterogenee.
Grazie alle interfacce di programmazione sarà possibile usare Kinesis per scrivere applicazioni in grado di elaborare le informazioni provenienti da diverse fonti con il click-stream di un sito, informazioni finanziarie, informazioni di marketing ed acquisire accezioni e generare allarmi il tutto in real-time per poter finalmente prendere decisioni di business in tempo reale.
Kinesis è fortemente interfacciato con tutti gli altri sistemi di Amazon Web Services come Storage ( S3), DynamoDB ( database NoSQL) o Redshift.

Kinesis non prevede costi di avvio ed il modello di pricing si basa su due parametri che sono:
– Throughput di condivisione $0,015 ora
– Per ogni 1000000 di PUT transazioni $0,028

 

RDS Postgre SQL
Forse la soluzione meno innovativa tra quelle viste, ma che farà sicuramente felici molti e molti sviluppatori è l’introduzione di PostgreSQL in modalità full managed attraverso il servizio Cloud RDS.

RDS è il servizio di database offerto da Amazon Web Services che da oggi aggiunge PostgreSQL a tutti gli altri altri database relazionali già presenti nel sistema quali MySQL, Oracle e Microsoft SQL.
PostgreSQL disporrà da subito di tutte le funzioni già presenti su MySQL e Oracle come:
Deploy Multi-AZ: possibilità di distribuire il database su più availability zone per garantire l’alta affidabilità al proprio database.
Previsioned IOPS: possibilità di definire il numero di richieste al secondo che il database dovrà supportare.
Virtual Private Cloud: possibilità di integrare PostgresSQL all’interno della rete privata cloud .
Automated-Backup: definire backup automatici del database.
Point-in-time recovery: possibilità di avviare un database da un backup precedente.
Cross Region snapshot Copy: possibilità di copiare lo snapshots di un database da una regione all’altra di AWS.

Un Re:Invent veramente scoppiettante e con tante novità che permetteranno ad Amazon Web Services di rispondere sempre di più, ed in modo versatile, alle diverse esigenze di aziende e startup che vogliono avvicinarsi al Cloud Computing.

Leave a Comment