L’avvento del mercato globale e i conseguenti mutamenti economici avvenuti nell’arco degli ultimi decenni hanno messo le aziende di fronte ad uno scenario complesso, basato sulla velocità, sull’adattamento continuo e sull’ottimizzazione delle prestazioni e dei processi di business.

Per poter continuare a operare in questo contesto, le aziende richiedono oggi soluzioni informatiche semplici, snelle ed efficienti. Occorrono strumenti dinamici in grado di cambiare funzioni e tipologie di attività nel minor tempo possibile, mantenendo l’originaria capacità di gestione dell’enorme mole di dati generati.
Insomma, non basta più avere un buon sistema IT, magari collocato direttamente all’interno della propria azienda (con la complessità e onerosità che ciò comporta); bisogna cercare un’alternativa semplice, flessibile, scalabile ed economica: il Cloud Computing.

E’ doveroso darne la definizione: per Cloud Computing si intende un insieme di tecnologie e modalità di fruizione di servizi informatici che favoriscono l’utilizzo e l’erogazione di software, al fine di conservare ed elaborare grandi quantità di informazioni via Internet.

Il Cloud offre una serie di benefici come:
– Riduzione della complessità delle reti aziendali
– Aumento della scalabilità
– Riduzione dei costi di investimento iniziali
– Semplificazione delle procedure di sicurezza
– Facilitazione nella definizione di procedure di backup e disaster recovery.

Inoltre può essere erogato in più tipologie di servizio:

Cloud Infrastructure as a Service – IaaS:
questo servizio Cloud offre, secondo un modello “a consumo”, gli strumenti hardware e software di base (spazi di memoria, sistemi operativi, programmi di virtualizzazione…), cioè server virtuali remoti che l’utente finale può utilizzare in sostituzione o in affiancamento ai sistemi già presenti nei locali dell’azienda o dell’amministrazione.

Cloud Platform as a Service – PaaS:
questo servizio offre soluzioni evolute di sviluppo software che rispondono alle specifiche esigenze del cliente.
In genere questo tipo di servizi è rivolto a operatori di mercato che li utilizzano per sviluppare e ospitare soluzioni applicative proprie (ad esempio applicativi per la gestione finanziaria, della contabilità o della logistica), allo scopo di assolvere a esigenze interne, oppure per fornire a loro volta servizi a terzi.

Cloud Software as a Service – SaaS:
questo servizio offre una serie di applicativi ponendoli a disposizione degli utenti finali, come ad esempio, applicazioni usate per l’elaborazione di fogli di calcolo o di testi, per la gestione del protocollo e delle regole per l’accesso informatico ai documenti, la rubrica dei contatti e i calendari condivisi, ma anche ai più avanzati servizi di posta elettronica.

Per scegliere la soluzione adatta alle proprie esigenze è opportuno conoscere in modo approfondito tutti questi servizi, affidandosi a consulenti esperti che fanno da intermediari tra cliente e fornitore del servizio.
Essi devono essere in grado di supportare l’azienda nella definizione della strategia ottimale di adozione del Cloud, al fine di trarne i massimi benefici.

fase4Grazie all’esperienza diretta e al confronto con i nostri clienti, noi di Zero12 abbiamo strutturato una metodologia di avvicinamento al Cloud caratterizzata da 5 semplici fasi:

1- Pianificazione iniziale: definizione degli obbiettivi (in termini di performance, sicurezza, affidabilità e riduzione costi), definizione di una base per la progettazione dell’architettura/servizio Cloud idonei, definizione delle criticità, definizione delle tempistiche, corso di formazione e coinvolgimento del personale.

2- Cloud Vision: definizione delle specifiche di progetto e dei profili coinvolti.

3- Identificazione della tipologia di Cloud per l’azienda: con la scelta del modello di servizi Cloud ( SaaS, PaaS, IaaS ) più adatto alle esigenze del cliente.

4- Definizione delle metriche di analisi dei risultati: monitoraggio dei servizi Cloud e dell’impatto sui processi aziendali.

5- Attuazione del piano: attuazione della migrazione al Cloud.

Si tratta, quindi, di un percorso che abbiamo voluto approfondire all’interno di un Whitepaper per aiutarvi a comprendere con facilità quali sono i benefici del Cloud Computing e per fornirvi le linee guida per identificare la strategia più adatta all’adozione di questa tecnologia in azienda.

 

Non riesci a scaricare il Whitepaper?  Richiedilo via e-mail a info@zero12.it

Comments
  • tiziano
    Reply

    bello ma ci sono troppe informazioni e poca comunicazione. Ad esempio essere fra le 250 aziende presenti a Dublino ….. magari merita un rilievo diverso dalle altre news nelle quali è inserita,

Leave a Comment